ENERGIA VITALE 13 Yezale'el dal 21 al 26 maggio

 

 

HEAVEN

 

Il paradiso terrestre

 

 

Mi sono domandata se mai tornerà il "paradiso terrestre".

Ne parla il Veccho Testamento, per primo.. e Dante, sommo poeta, collocandolo alla fine del Purgatorio, quando le Anime hanno espiato il loro lungo percorso..E ci parla di sfere celesti, che producono un venticello costante, e di foreste..E ci parla anche del fiume Lete, che ha il potere di fare dimenticare i peccati commessi e di rafforzare invece, le opere benifiche

Ma oggi, se immaginiamo che sia Dante e sia il Vecchio Testamento potrebbero averci lasciato delle metafore,

Dov'è, dove posso collocarlo, come posso immaginarlo?

 L'idea che ci potremmo fare, potrebbe essere di un luogo dove tutti siamo felici e contenti, senza preoccupazioni, senzaguerre, lotte, invidie e tanto altro.

Un luogo che ci rassomigli -nei nostri intenti- dove ci sia pace e giustizia, dove possa regnare la fiducia, la tranquillità, la bellezza e l'abbondanza per tutti... e perchè no, una lunga vita infinita dove potremo lasciare il nostro corpo quando avremo terminato tutte le nostre esperienze, un pò come nel film di qualche anno fa 'Il pianeta verde'. https://youtu.be/tuKS5xeyCLg

Ma per quanto io possa immaginarlo il 'mio paradiso terrestre' sarà difficilmente uguale a quello - che so- di mio marito o di mio figlio, o di qualche caro amico.

Nelle ultime settimane, abbiamo potuto sperimentare (anche solo leggendo gli articoli) come la Kabbalah ci accompagni nel nostro percorso di integrazione.. attraverso la

VOLONTA'

la sperimentazione nel frequentarci e l'attuazione di quei famosi 'buoni propositi' di cui Lord Byron diceva ne è lastricata la strada per l'Inferno...

Chissà, forse rileggendo in altra chiave questa 'proposta' kabbalistica (che non vuole essere l'unica ma- in realtà- è l'unica che conosco) credo che NOI  siamo in grado di costruirci il nostro paradiso terrestre.

Attraverso la trasformazione consapevole dei nostri pensieri, delle nostre emozioni e del nostro comportamento, possiamo essere co-creatori del Paradiso terrestre e sicuramente gli autori indiscussi del nostro personale Paradiso.

In questi giorni, possiamo verificare cosa possiamo cedere al cambiamento, sicuramente aiutati da questa bella corrente vitale governata dal Sole, sotto l'egida dei Cherubini /Auphanim - veri turbini d'amore, anche verso noi stessi.

E possiamo vedere con chiarezza cosa possiamo liberare e cosa allontanare da noi, in modo concreto e durevole, cogliendo il dettaglio..un pò come se ci vedessimo allo specchio, definendo meglio e migliorando la nostra immagine.

eagleshot 800x533

Un'immagine più attuale e più in sintonia con i noi stessi di oggi.

 

Credo che la Pace interiore sia un obiettivo difficile da raggiungere, un equilibrio precario ma possibile, un istante... proviamo ad ampliare questi istanti, farli nostri e condividerli con i familiari, amici, compagni di lavoro.. o anche solo con una semplice scritta da tenere sott'occhio, come un poster che richiama la nostra attenzione ad una scadenza inderogabile: l'appuntamento con noi stessi.

Con Amore,

Angela

cuore con ali

 

Yezaleel 13 Cherubini

p.s. l'immagine di Yezale'el è tratta dal libro 'Le carte degli Angeli'/Haziel/Anima ed.